Borsa di studio: and the winner is …

Dopo 5 notti di dubbi e ripensamenti, e dopo aver consultato tutte le persone di mia fiducia per avere la loro visione, conoscere cosa e come e chi risuonava di più per loro, alla fine ho scelto ancora (ovviamente!) di testa mia, basandomi su:

  • capacità di trasmettere una visione personale dell’uso del tamburo, che sia in risonanza con i contenuti del corso, con quello che ho da dare e trasmettere attraverso le esperienze che condivideremo durante il corso;
  • rispetto dei requisiti indicati nel documento generale di presentazione del corso, e ricopiati nella pagina “Borsa di studio” qui sul sito di Drum Power >> abbiamo mandato a tutti i candidati il link e il memo su come candidarsi ancora il 29 Luglio… accidenti (e scoprirete fra poco il perchè di questo “accidenti”!)!

Prima di dirvi il vincitore, voglio dire a tutti che ogni candidato mi ha davvero colpito, appassionato, coinvolto ed emozionato, alcuni in particolare, ma in generale tutti meritate i miei complimenti anzitutto perchè ci avete provato!

Magari qualcuno di voi era al primo video ufficiale della sua vita, magari qualcuno era intimidito, imbarazzato o non completamente a proprio agio: ma anzichè rinunciare a una possibilità, ce l’avete messa tutta, avete messo lì quello che siete e ci avete provato.

Ci sono persone che hanno preferito non candidarsi neppure, e rinunciare a partecipare al corso per motivi economici. Voi no. Quindi, anche solo per questo: GRANDISSIMI TUTTI!

Poi: voglio ricapitolare anche qui sul mio sito web i molti e diversi modi in cui avete toccato il mio cuore, ognuno di voi. Andiamo in ordine di pubblicazione del video sul web:

  • Fabio mi ha conquistato perchè il suo video è all’insegna di una parola magica: condivisione. Mi è arrivato forte il suo desiderio di condividere ritmo e tamburi con gl altri, a partire dai bambini, che sono il nostro futuro. Non-competizione, uguaglianza e unione con gli altri, oltre che per il desiderio di portare le persone a suonare in natura: concetti che non potevano lasciarmi indifferente.
  • Licia mi ha colpito per il suo modo di vivere il suono e il tamburo con la propria interiorità, come strumento di autoconoscenza. Ascolto, condivisione, stare bene insieme, divertirci: risuono! E ti piace anche costruire gli strumenti e approfondire gli aspetti più tecnico-scientifici del suono e della sua generazione attraverso corpi armonici. Bello!
  • Elvira mi ha sorpreso per la sua capacità di trasformare la sua presentazione in una storia che parla a tutti, di tutti, una storia semplice ma allo stesso tempo profonda, dolce, molto evocativa. Ho imparato molto ascoltandoti, Elvira. E il montaggio del tuo video è davvero meraviglioso.
  • Mauro mi ha coinvolto con la sua giocosità, l’approccio assolutamente creativo, spontaneo e “laterale” del suo video, la capacità di mettersi in gioco e non prendersi troppo sul serio: “wow” (citandoti!)! E poi ha ritmo, bravo, che groove!
  • Federica mi ha interessato per il suo desiderio di lavorare con la musicalità delle persone, e di imparare a facilitarne il risveglio, attraverso l’ascolto e la creatività. Mi è piaciuta molto la sua sincerità e la semplicità nel modo di porsi così apertamente davanti alla telecamera.
  • Silvia mi ha trasmesso la profondità del suo rapporto con il ritmo, cogliendolo negli aspetti più vitali e quotidiani del suo manifestarsi. Ho apprezzato il suo desiderio di fondere le competenze da psicologa con la passione per la batteria, e il desiderio di portare il lavoro con i tamburi con molte utenze diverse.

E finalmente, ecco l’ardua sentenza.

Due persone hanno sintetizzato (involontariamente!) la Diana-Drum-Power-Fase1 e la Diana-Drum-Power-Fase2, e mi hanno quindi particolarmente colpito.

La Diana-Drum-Power-Fase1 è la Diana che ha dato vita a Drum Power, animata da un grande desiderio di condivisione, dalla voglia di “riportare la musica alla gente e la gente alla musica“, di portare le persone a “spegnere la TV e accendere le piazze“. 7 anni di Drum Power, dal 2008 al 2015, si sono mossi in questa direzione, un passo dopo l’altro, conquistando piazze, platee e gruppi di ogni dimensione, dai teatri alle università alle aziende.

Nella candidatura di Fabio Alessandria, ho proprio colto molta dell’energia che ha finora nutrito Drum Power, la forza del drum circle, che costituisce appunto una buona parte della formazione Rhythm Ambassadors.

La Diana-Drum-Power-Fase2 è la Diana che vuole ora porre sempre di più l’accento sull’uso più “sottile” del tamburo, come pratica di ascolto e connessione profonda con se stessi, con gli altri e con la natura, per poi arrivare alla magnifica leggerezza del drum circle – ma a partire da un differente stato di percezione, più allargato, che possiamo ottenere appunto grazie al potere del suono, del tamburo, della voce e della musica, e con un certo lavoro sull’apertura sensoriale.

Questa Diana-Fase2 si è lasciata risuonare particolarmente dalle parole e dalle immagini di Licia Togni, che esprime quindi l’altro 50% della formazione Rhythm Ambassadors.

La mia idea era quindi di dividere la borsa di studio in 2, fra Licia e Fabio! Ognuno di loro avrebbe potuto iscriversi con uno sconto del 50% sulla quota di iscrizione di base (quella accessibile solo fino al 31 Luglio). Soluzione che mi metteva in pace rispetto alla scelta di quel solo UNO vincitore (già di per sè un concetto che non mi è affine, “il vincitore”, così come quello di competizione).

MA C’E’ UN COLPO DI SCENA!

Dopo aver preso questa scelta, ed essere tornata a respirare felice!, mi sono detta: aspetta. verifichiamo che comunque tutti i candidati abbiano fatto quello che ho chiesto come requisito per candidarsi, cioè (fra le altre cose) anche iscriversi al gruppo Facebook “Drum Power” e mettere “Mi Piace” alla pagina Drum Power.

E scopro che Fabio (accidenti!) non ti sei registrato nel gruppo Facebook Drum Power (anche Federica Peruzzo non c’era, fra l’altro)! “Vabeh, mi sono detta, chi se ne importa, dai non è mica importante, Fabio neppure era su Facebook prima di questa storia della borsa di studio… si è già sbattuto abbastanza…!”. Però poi non mi è sembrato corretto nei confronti degli altri che  avevano invece rispettato il regolamento. QUINDI:

THE WINNER IS …

La nostra Licia Togni! Con grande felicità ti assegno la borsa di studio per permetterti di partecipare gratuitamente (spese di viaggio, vitto e alloggio escluse!) al corso Rhythm Ambassadors!

Ma siccome ho deciso che voglio anche premiare l’impegno, il cuore e il pensiero di tutti gli altri …

C’E’ UN ALTRO COPO DI SCENA!

Offro a tutti gli altri 5 candidati che hanno presentato la propria videocandidatura, un ulteriore sconto di 100 € sulla quota di iscrizione già scontata che avevo riservato a chi si iscriveva entro il 31/7/15.

Bene, ora vi aspetto … 1-2–TUTTI-INSIEME!

Diana vostra

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *