FAQ

Voglio organizzare un drum circle Drum Power per la mia associazione / azienda / organizzazione / festa. Cosa devo fare?

Scrivimi una mail dalla pagina “Contatti”, specificando il tuo recapito insieme a queste specifiche: dove, quando (data e orario), per quante persone, in che contesto (azienda, festa privata, evento di piazza, scuola, team building ecc.), per quale obiettivo (formazione, animazione, educazione musicale ecc.). Ti risponderò subito con la mia migliore proposta!

Bisogna saper suonare o aver studiato musica per partecipare a un drum circle?

Assolutamente no! Il drum circle Drum Power è un’esperienza di creazione musicale partecipata, che si costruisce insieme, attraverso improvvisazioni guidate da me.
Non serve aver studiato musica: basta ascoltare, aprirsi alla forza del ritmo e del gruppo e seguire le mie indicazioni. 1-2-tutti-insieme!

Non ho un tamburo, posso venire lo stesso a uno dei drum circle Drum Power di piazza?

Assolutamente si! Io porto sempre tamburi e percussioni per tutti, troverai qualcosa anche per te, gratuitamente.

Voglio organizzare un drum circle Drum Power per la mia associazione / azienda / organizzazione / festa, ma noi non abbiamo tamburi. Come si fa?

Non c’è problema, porto tutto io per tutti! In ogni mio progetto gli strumenti musicali sono sempre inclusi nel prezzo, per tutti i partecipanti.

Ho letto che altre persone fanno drum circle. Che differenza c’è fra un drum circle Drum Power e gli altri?

I drum circle Drum Power sono un’esperienza unica, il frutto di una formazione personale e professionale di oltre 20 anni nel campo della conduzione di gruppi usando danza, ritmo e canto.
Diana Tedoldi è l’unica professionista in Italia ad affiancare la propria formazione accademica (laurea in filosofia), alla formazione professionale come drum circle facilitator (studiando per più anni consecutivi con il maestro americano Arthur Hull, ideatore della metodologia del drum circle, con Christine Stevens, Barry Bittman e Layne redmond), come formatrice aziendale (lavorando per aziende di ogni tipo dal 2000), come terapeuta (danzamovimentoterapia) e come performer (danza, canto e teatro).
Questa formazione e questa esperienza rendono i drum circle Drum Power un momento irripetibile dove ogni partecipante viene sempre coinvolto al 100%, portandosi a casa una bellissima esperienza e tanti apprendimenti significativi per migliorare il proprio modo di vivere il gruppo, la musica e se stessi.

Ho un problema motorio (alla mano, al polso, alle dita…), posso partecipare ugualmente?

Il drum circle Drum Power è un’esperienza super-accessibile per tutti, non solo puoi ma anzi devi partecipare! :-)
C’è chi usa i tamburi, chi le maracas, chi suona con i battenti e chi con le mani, chi balla, chi canta e chi semplicemente ascolta. Va bene tutto, ognuno partecipa come si sente, come può e come desidera!

Vorrei partecipare a un drum circle Drum Power ma sono disabile, posso partecipare ugualmente?

Ma certo che sì! Come ho appena detto sopra, al drum circle Drum Power ognuno partecipa come desidera, suonando o cantando, scatenandosi sui tamburi o ascoltando in silenzio. Oltre ad essere super-accessible, il drum circle è un’esperienza super-accogliente per chiunque: persone di ogni età, cultura, provenienza e abilità trovano il proprio spazio nel cerchio di musica, nel villaggio di cuori che si genera con ogni drum circle Drum Power.